38 commenti su “Trincee sui Roccioni della Lora e Sogi

  1. Bellissimo reportage complimenti!! di un luogo che ho girato in parte molti anni fa, sulle tracce del nonno del Battaglione Exilles e poi dell’ Aosta …….. vedrò di farci un giretto fin che le gambe me lo permettono … 🙂 unico neo lo stemma riportato sui segnavia non è dell’Austria/Ungheria dal del Trentino Ciao Mauro

    • Ciao Mauro , grazie per la tua precisazione , non avevo controllato , anche se devo dire con rammarico che nella postazione di tiro finale , c’è il diario di passaggio che riporta frasi offensive verso noi italiani (anchio non sono contento di vivere qui in italia ) ma questo non c’entra perche io non me la prendo con nessuno , sopratutto perche in guerra non ci sono ne vincitori ne vinti , ma solo inutili perdite di vite umane ….ciaoo Buon cammino

  2. Io lo fatta 8 anni fa facendo il giro dall’imbuto in Cosmagnon e assicuro che è stata una sorpresa trovare tutte quelle gallerie, ho visto la Madonnina sul precipizio, poi è salita la nebbia e sono tornato indietro, ci ritornerò. Complimenti per le foto.

  3. Purtroppo il sentimento anti italiano dei trentini è cresciuto in modo esponenziale, basta leggere i loro post sui vari blog che riguardano la I° G.G. anche io non sono certo entusiasta dei nostri governanti odierni e o passati , loro godono di un trattamento che nessun cittadino italiano ha, hanno un ampia facoltà di amministrare il loro territorio come nessuno forse in Europa con ampie possibilità finanziarie che noi non abbiamo e un ampia tutela delle minoranze linguistiche on penso che il Veneto sia meno lingua di un ladino ecc. è questo che non comprendo questi Walsche come sono chiamati in senso dispregiativo dai Tirolesi di lingua tedesca e pensare che questa Italia repubblicana ha uno dei padri fondatori proprio il Trentino Alcide De Gasperi …….. Mah Ciao

    • Ciao Mauro grazie per il tuo pensiero , che è anche il mio , ma noi che siamo persone diverse …e nonostante abbiamo le nostre idee rispettiamo le idee degli altri , senza il pregiudizio di giudicarle …ma anch’io come te rimango esterefatto , perchè credo che alla fine rimarrà solo che polvere di ognuno di noi …poi sono dispiaciuto per chi ha combattuto una guerra che non ha Mai un vincitore ma solo esclusivamente vite spezzate…ciao

  4. Signori buongiorno. Vi informo che il sentiero di arroccamento Lora-Sogi in collegamento con quello “del Salto” che parte a quota 900 in Val Foxi in Vallarsa è stato interamente pulito, liberato dai mughi e attrezzato con corde fisse (manca solo qualche metro) ed in alcuni punti attrezzato con spit e golfari sui passaggi in cresta tra l’osservatorio nord (dove è sito il fregio degli zappatori) e la vetta dei Sogi. dalla vetta si entra in galleria e si esce nuovamente sul sentiero dopo 200 metri. L’associazione che lo ha aperto e che sta per finire di segnarlo applicherà anche alcune tabelle informative e cenni storici. questa associazione non è altro che la Schuetzenkompanie Vallarsa-Trambileno di cui sono onorato di rappresentare. ho letto alcuni vostri commenti e mi dispiace a mia volta che alcune parole del nostro Haupmann vengano qui strumentalizzate da voi. non ci sono infatti su quel libretto parole offensive ma solo l’appunto che afferma come noi Trentino-Tirolesi non abbiamo mai chiesto di essere liberati da uno stato che non abbiamo mai riconosciuto. i nostri padri ed i nostri nonni in Vallarsa combatterono tutti con divisa austroungarica e furono 1100 su una popolazione di 3500. Non ci fu nessuno che combattè insieme agli italiani ed anzi proprio contro di Loro furono decorati con 1 medaglia d’oro al valor militare, 1 di argento e 10 di bronzo. In tutto il Trentino che allora si chiamava sudtirol o welchstirol (fu mussolini ad abolire nel 22 il nome Tirolo ed a introdurre obbligatoriamente il nome di trentino) combatterono 65000 uomini in divisa Austro-Ungarica mentre furono 200 gli irredentisti. Questa è la storia ed è documentata anche se non molto divulgata. la nostra identità fu ed è ancora affossata eperseguitata da roma ed anche questo è un fatto dimostrato e dimostrabile facilmente. non voglio allungarmi in racconti e spiegazioni che qui non hanno senso ma solo dire che scrivere su un libro che il nostro spirito di Tirolesi non sarà mai soggiogato non è una frase offensiva nei confronti degli italiani ammenochè questi non si accorgano e si vergognino da soli di quel che è stato fatto alla nostra gente perseguitata come austriacante nei campi di prigionia di Isernia e della sardegna ed alla nostra identità più in generale. un ultimo appunto, l’aquila che a voi non piace dipinta sulla roccia è l’aquila Tirolese ed i colori bianco-verdi sono quelli degli Schuetzen e vi prego di rispettarli come noi facciamo con il tricolore dipinto su i sentieri del Palon e del Dente. Vi informo inoltre che la nostra Kompanie essendo composta da alpinisti molto esperti ha aperto altri percorsi storici come la cresta sud del monte Corno e la prima linea Austro.ungarica tra il Weg Valmorbia ed il monte Spil. se volete visitarli insieme saremo felici di accompagnarvi se ne avete voglia… rispettandoci a vicenda! saluti Luca Campagna Oberleutnant SchuetzenKompanie Vallarsa-Trambileno
    due video dei lavori

    • Ciao Luca mi fa molti piacere la tua precisazione nei miei commenti non ci riportò scritte in cui io personalmente faccia delle discriminazioni di alcun genere, riporto qualche commento negativo fatto da altri ma come puoi vedere io ho il massimo rispetto di chi era da una o dalla’altra parte , e come puoi vedere io riporto una foto della aquila che tu hai citato …ti voglio ringraziare ancora per le tue precisazioni e spero tu torni ancora a visitare il mio piccolo e modesto blog , che non ha la presunzione di essere una guida ma bensì una fonte di informazione ed una scambio di informazioni reciproco…ciao Luciano

    • Pur non riuscendo mio malgrado capire i nostalgici di una Austria felix che causò la morte di decine di milioni di morti nello scorso secolo di cui migliaia di trentini deportati nell’Impero Austroungarico prima di fare i complimenti agli autori di questa bella opera debbo fare alcune precisazioni , come italiano non ho nulla da rimproverarmi di ciò che accadde cento anni or sono in quanto i trentini sono stati lautamente ripagati e ancora lo sono da quando vi è una Repubblica . Rispetto chi ha idee e convinzioni diverse dalla mia e ho sempre avuto il massimo rispetto per i caduti dell’altra parte presentando o far presentare le armi in loro onore. Per quanto riguarda il rispetto dell’Opera altrui (in questo caso ammirevole) il sospetto che qualcuno non rispetti i colori apposti mi fa ricordare un vecchio proverbio della nonna “chi male pensa male fa”. Chiudo questo mio scritto in quanto ognuno si terrà le proprie giuste o errate convinzioni. Porgendo i miei complimenti per l’opera meritevole di un plauso per la perizia e l’impegno. Saluto cordialmente

      • Ciao Mauro ho messo questo post solo perche ritenevo opportuno una visione dalla parte , se così si può definire opposta della barricata . Che poi siano condivisibili o no resta una cosa soggettiva legata all’approfondimento delle tematiche fatte da storici con il potere di non essere di parte….di una cosa io sono convinto che questa INUTILE GUERRA ha fatto solo vittime sia da una parte che dall’altra e questo dev’essere il solo e unico pensiero…
        E COME DICO IO PER NON DIMENTICARE E IMPARARE DA QUESTI INUTILI ERRORI ALLORA TUTTO HA SENSO. Ciao Mauro

      • E COME DICO IO PER NON DIMENTICARE E IMPARARE DA QUESTI INUTILI ERRORI ALLORA TUTTO HA SENSO copio e incollo in quanto lo faccio mio …. 😀

      • Se leggi bene le mie parole io gli articoli degli altri non li faccio miei , li documento con la fonte e poi ci aggiungo il MIO PENSIERO che ha una sola proprietà , la mia opinione che non andro mai a inculcarla agli altri , io la esprimo …tocca a voi interlocutori far vene una vostra….ciao Mauro buon cammino

      • Caro Mauro, penso che quando scrivi che i Trentini sono stati lautamente ripagati per quel che successe 100 anni fa Tu dica davvero qualche cosa di profondamente sbagliato e ti spiego il perchè. partiamo dai fatti: i trentino-tirolesi TUTTI durante quegli anni non volevano far parte della nazione italia. furono 60000 soldati in divisa Austriaca contro i riconosciuti 200 in divisa italiana (gli irredebtisti), e tutto ciò è nei libri di storia ed ufficialmente riconosciuto. il tenore di vita, l’istruzione, le tasse e l’amministrazione asburgica avevano tenori ben più elevati e di qualità già allora nelle nostre vallate Trentino-Tirolesi e anche questo fa comprendere l’assenza di voglia ad italianizzarsi ma comunque il sentimento di affetto per la casa d’austria era fuori discussione. Poi è arrivato il fascismo ed è facile capire come abbia a forza fatto cambiare le persone… in ogni caso non è una questione di soldi perche se la repubblica islamica di Dubai ci invadesse e poi ci imponesse un tenore di vita più alto grazie ai petrodollari non penso che gli italiani lo accetterebbero o ne sarebbero contentio no? e per ultimo quelli che tu chiami benefici furono un sistema di autonomia impostato dagli accordi internazionali degasperi-gruber controllati ed imposti dall’ONU ed ottenuti a forza nel 1972 dopo 20 anni di lotta di liberazione sudtirolese e comportano che i nostri servizi ce li paghiamo con il 90 % dei soldi prodotti dal nostro sistema economico. ora grazie a renzi e compagnia bella siamo arrivati al 60%. non rubiamo quindi i soldi a nessuno ma anche se fosse, ripeto, non lo abbiamo chiesto noi di far parte della nazione romana e basterebbe pur sempre lasciarci andare se per essa siamo un peso.

      • Sono molto contento del dibattito pacato che si sta tenendo approvando i commenti io non condivido ne una ne l’altra delle parti…io penso solo alle vite spezzate da una granata , alle vite di quei soldati urlanti seppelliti sotto l esplosione di una mina…ai morti assiderati per il freddo e gli stenti…..quando sarete al cospetto di un Dio di qualunque religione esso sia sarete pelle e ossa …Umani…nemici in terra fratelli in cristo ( riporta la croce piu vecchia sul dente austriaco) per non dimenticare che la vita e una sola…. ciao luca e mauro

        P.s. il sentier del salter FANTASTICO…

    • settimana scorsa fatto tratto sentiero della lora bellissimo ho trovato questo video x caso complimenti x il bel lavoro svolto e x la vostra disponibilita di volontariato al nostro territorio grazie

      • Ciao Stefano , sono contento tu abbia potuto percorrere questo sentiero molto interessante e molto bello , aperto dalla compagnia Schuetzenkompanie Vallarsa-Trambileno di cui fa parte il mio amico Luca , un grandissimo plauso va a loro che con dedizione e passione hanno aperto questo ed altri sentieri ….grazie buon cammino

  5. benissimo, sono sicuro che ci incontreremo allora prima o poi sulle cime di qualche montagna del Pasubio o su qualche sentiero che sta emergendo lentamente dall’oblio (ce ne sono ancora molti in Vallarsa). bellissimo blog, utile e ben fatto e “padrone di casa” obiettivo. bravo

    • Se in ogni caso avessi notato qualcosa che in qualche modo offendesse qualcuno , sono contento che qualcuno me la faccia notare , darebbe fastidio anche a me essere frainteso… Se tu per caso mi sai fornire notizie storiche su questo luogo che per noi del versante italiano e poco conosciuta , o anche qualche buon libro per attingere informazioni ne sarei molto contento , spero che un giorno magari poterci trovare magari proprio nei dogi e poter stringersi la mano in segno di rispetto reciproco e nel rispetto di chi ha combattuto per i propri ideali…ciao Luca e grazie ancora

      • ciao luke volevo comunicarti che il 23 agosto in vallarsa all’interno della rassegna tra le rocce e il cielo verrà inaugurato ufficialmente il sentiero del salto ed il lora-sogi con mangiata a malga cosmagnon ed in compagnia delle guide alpine del trentino. costo iscrizione 15 euro. se avete tempo di venire a trovarci ne saremo felici e così in quel caso vi indicherò un nuovo (anzi è vecchio in realtà perché è una mulattiera italiana del 1917) percorso ripulito di 1000 metri di dislivello ed adatto a tutti in zona Sogi. se però non venite all’ inaugurazione niente indicazioni ah ah. ciao a presto

      • Ciao Luca mi fa molto piacere questo tuo invito , purtroppo il 22 parto per Chamonix e tornerò la settimana dopo …spero poter un giorno incontrarti e poter condividere un pò della montagne comuni …il sentiero che mi parli mi toccherà cercarlo …azzz. ma ho controllato quello che si arrampica su per il brazzavalle che mi pare la parte alta sia tracciata di rosso …siete passati anche di li…vi tengo sotto controllo . Ciao Luca a presto e grazie ancora a tutta la SchuetzenKompanie Vallarsa-Trambileno

      • no problem. comunque il sentiero non è in brazzavalle ma in val del ciore per una mulattiera militare italiana. sentiero davvero facile e panoramico che parte da Costa sopra Raossi e sale sotto i Sogi. un po sotto traversa in piano e si collega alle ultime curve della mulattiera di val della piazza dove essa si porta verso la val delle prigioni. piu di 1000 m di dislivello

      • Ciao Luca , e che mi avrebbe fatto molto piacere partecipare ad un avvenimento , per me , così importante . Comunque spero avremo ancora la possibilità di incontrarci …la Val ciore , l’ho analizzata salendo sul corno diverse volte ancora prima che le foglie la coprissero e devo dire di aver intravisto qualcosa sulla parte alta ma non ancora per quanto riguarda l’attacco . Comunque sulla parte sopra del Werk pozzacchio qualcuno ha tagliato piante per salire in qualche luogo imprecisato che dovrò analizzare bene , mentre sempre qualcuno ha aperto una zona adiacente al 119 nella parte alte del monte spil e pilose , che passa sotto la sorgente e si riunisce a malga Monticello . Luca siete veramente grandissimi complimenti ancora per il lavori di recupero che state facendo …Ciaoo buon cammino…

      • SOPRA IL VALMORBIA WERG ABBIAMO TAGLIATO NOI FIN SOTTO AI CAMERONI IN ROCCIA DELLA “PILOSETTA”. SI TRATTA DELLA PRIMA LINEA AUSTRIACA CHE DAL FORTE SALE SULLO SPIL. CI SONO GRANDI E NUMEROSE GALLERIE. NE ABBIAMO MESSA IN SICUREZZA QUALC’UNA CHE PRESENTAVA DEI POZZI PERICOLOSI. ABBIAMO FATTO UN GIRO AD ANELLO CHE RIPORTA PER COMODO SENTIERO A TEZZE SOPRA VALMORBIA. è UN GIRO DI 600 METRI DI DISLIVELLO CHE RIPERCORRE INTEGRALMENTE ALCUNI TRATTI IN TRINCEA. LE GALLERIE SONO DAVVERO MERITEVOLI…

      • Ciao Luca vedi che c’era lo zampino dei SchützenKompanie Vallarsa-Trambileno ci avrei scommesso …grandissimi come sempre Bravi…ormai vi controllo da lontano …Ciao Buon Cammino

  6. su questi due libri puoi trovare parecchia roba:
    “la battaglia per il Pasubio” di P.Pozzato, R.Dal Molin, P.Volpato ed.Itinera progetti
    “la grande guerra sil Pasubio 1916-1918” di Viktor Schemfil, ed. Mursia

  7. Ciao ho fatto sia il sentiero del salto che quello Lora sogi ma per collegarli devo per forza andare a cosmagnon di sopra? oppure è possibile dall’uscita del salto salire direttamente ai sogi.
    Bellissimi entrambi bravi

    • Ciao Per ora non ho ancora scoperto una possibilità diversa , se si sale dalla Val Ciore ci si collega con il 135 che sale fino ai Lora di Cosmagnon , ed avevo in quella uscita cercato di valutare una fattibilità , però ho visto che devo fare una valutazione da sopra il traverso del 135 per poterne capire qualcosa …e se il tempo si mette a darmi questa possibilità andrò a controllare e ti farò sapere , anche perche a luglio dovrebbero aprirne un’altro i miei amici Oberleutnant SchuetzenKompanie Vallarsa-Trambileno nella zona del Corno Battisti a loro un plauso per l’apertura del sentier del salto e dei Sogi …ciao Buon Cammino

      • Ho fatto anche la val del ciore. Mi sono serviti 3 tentativi per trovare la galleria che collega al sentiero che sale fin sotto a Lora Sogi. Mi sono divertito anche nella ricerca. ciao e grazie

      • Ciao eh si gli Shutzen , sono la milizia territoriale di Vallarsa hanno lavorato bene nell’omettere alcuni collegamenti possibili , tali da rendere alcuni passaggi audaci , hanno lavorato anche sul monte Pilose e Spil nella zona del Menderle sopra il forte Pozzacchio , una bella Variante anche li …ciao Buon Cammino

      • ciao luke007, mi perdonerai se da “marinaro” (vivo in Salento) mi intrometto nel tuo bellissimo post che ho scoperto per puro caso. Poichè sto scrivendo una biografia sulla medaglia d’oro maggiore Mario Rossani, caduto a Monte Corno il 26/6/1918, da grande esperto di quei luoghi puoi darmi alcune informazioni ? Nel diario storico del 69° battaglione Genio Zappatori, comandato dal maggiore Rossani, si evidenziano i nomi di alcune località dove furono eseguiti lavori di trincee e rafforzamenti. Gradirei sapere se quei nomi sono esatti e se esistono foto (storiche e/o moderne) degli stessi: Pievebelvicino, Malga Fieno, S. Antonio, Arlanch, Raossi, Campogrosso, Passo delle Giarre bianche, Passo del lupo,Cornetto Baffelan, Obante, Cherle, Monte Gang, Camposilvano, Monte di Mezzo e Piano. Ti ringrazio anticipatamente, Salvatore.

      • Ciao Gabriele e Salvatore , mi fa molto piacere il vostro interesse per qualcosa che va al di fuori della vostra Terra di origine , a me piace il mare come piace anche il meridione , la vostra domanda e molto interessante , vi ringrazio per avermi interpellato e probabilmente vi fornirò quanto prima informazioni più specifiche sul caso in maniera più diretta via mail che spero mi confermiate essere queste caponiopiante@libero.it , gabrielecaponio@hotmail.it a causa dello spazio non posso farlo qui nel mio piccolo blog , il maggiore Rossani e caduto nel Monte Corno , meglio conosciuto come Corno Battisti o Corno di Vallarsa . Il Resto che troverò nelle mie ricerche ve lo invierò appena possibile .Ciao e Buon lavoro

  8. ciao luke007, mi perdonerai se da “marinaro” (vivo in Salento) mi intrometto nel tuo bellissimo post che ho scoperto per puro caso. Poichè sto scrivendo una biografia sulla medaglia d’oro maggiore Mario Rossani, caduto a Monte Corno il 26/6/1918, da grande esperto di quei luoghi puoi darmi alcune informazioni ? Nel diario storico del 69° battaglione Genio Zappatori, comandato dal maggiore Rossani, si evidenziano i nomi di alcune località dove furono eseguiti lavori di trincee e rafforzamenti. Gradirei sapere se quei nomi sono esatti e se esistono foto (storiche e/o moderne) degli stessi: Pievebelvicino, Malga Fieno, S. Antonio, Arlanch, Raossi, Campogrosso, Passo delle Giarre bianche, Passo del lupo,Cornetto Baffelan, Obante, Cherle, Monte Gang, Camposilvano, Monte di Mezzo e Piano. Ti ringrazio anticipatamente, Gabriele.

  9. ciao Luke, ti segnalo un percorso che io ed un amico abbiamo già finito in Val di Pozzacchio in Vallarsa proprio sopra la strada provinciale. è un percorso militare che portava a feritoie e gallerie con un cannone ed in parte una cengia naturale. ti linko il video. e poi dalla parte opposta della valle stiamo ultimando un altra cengia super esposta ma abbastanza facile. una volta finito tutto ne risulterà qualche cosa di davvero particolare, ti aggiornerò e se vorrai passare a farlo basta che chiami.

    • Grazie Mille Luca i sentieri che proponi e che con passione sistemi , sono sempre molto interessanti e unici , grazie ancora per avermi reso partecipe , appena mi libero dagli impegni ci sentiamo , Grazie ancora , Buon Cammino

  10. No no niente schuzen, purtroppo il gruppo è per me troppo politicizzato e quindi me ne sono allontanato. Questi qui sono esclusiva farina del mio sacco. Be anche tutte le altre in effetti 😀

    • Grazie comunque perché ritengo sia molto importante sentire le voci di tutte e due le campane e credo sia molto importante portarle avanti per le nuove generazioni , per nn dimenticare e per far sapere , grazie Luca hai sempre tutta la mia stima …ciao buon cammino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...